Dopo aver parlato di vespaio e taglio fisico delle murature oggi, tra le soluzioni (o presunte tali) per l’umidità di risalita, abbiamo scelto di spiegarvi cosa è e come funziona la barriera chimica (detta anche taglio chimico delle murature).

Barriera chimica: cosa è?

La barriera chimica consiste nel praticare dei fori nelle murature in cui vengono inseriti degli “iniettori” che immettono all’interno delle pareti un materiale chimico (di solito liquido) che si insinua nelle intercapedini presenti nel materiale e crea una barriera impermeabile che impedisce all’umidità di risalire oltre il livello di applicazione.

Diversi tipi di barriera chimica

La barriera chimica nella sua storia si è evoluta principalmente in due varianti che si differenziano per metodologia di applicazione e composto chimico.

Un modello di barriera chimica abbastanza diffuso (sopratutto perchè spesso applicato in autonomia) è composto da sacche pre-dosate di materiale liquido a base principalmente siliconica che viene immesso nel muro a lenta diffusione in modo tale da impregnare la sezione interessata dall’intervento.

Un’altra tipologia di barriera chimica prevede l’utilizzo di bussolotti in gel. L’applicazione è più complessa e prevede l’intervento di manodopera specializzata (seppur negli ultimi anni si siano cominciati a vedere sul mercato kit fai da te) in quanto l’iniezione del materiale dovrà essere effettuata sotto pressione e ripetuta, in molti casi, più volte.

Come si effettua l’applicazione delle barriere chimiche alle murature:

L’applicazione della barriera chimica è un operazione invasiva che, per avere un effetto soddisfacente, andrebbe eseguita in tutti i muri a contatto con il terreno, e prevede le seguenti fasi:

– Foratura del muro ogni 20-60cm per una profondità variabile (dipende dal metodo utilzzato)
– inserimento degli iniettori all’interno dei fori
– eliminazione intonaci ammalorati
– Iniezione delle resine a pressione (o applicazione delle sacche a lento rilascio)
– Ripristino murature e finitura

Pro della barriera chimica

-1 possibile applicazione fai da te
-2 metodo relativamente economico

Contro della barriera chimica

-1 impossibile verificare che la barriera abbia effettivamente bloccato tutte le parti della muratura
-2 La presenza di umidità al di sotto della barrierà continua a deteriorare i materiali
-3 applicazione antiestetica spesso prolungata (o ripetuta) nel tempo

Che costi ha la barriera chimica

La barriera chimica ha un costo di circa 200/250€ al metro lineare a cui va aggiunta la manodopera (a meno che non si opti per la soluzione fai da te)